MATTEO BONO di M. Pastonesi

  Beato l’ultimo: Bono  di Marco Pastonesi La storia del “beati gli ultimi, perché saranno i primi” si realizza – finora, con assoluta certezza – soltanto nel ciclismo. E solo il giorno della cronometro. Quando la classifica generale viene rovesciata per l’ordine di partenza. Cioè: l’ultimo parte per primo.…

Read more...

BARTALI fratello d’Italia di M. Pastonesi

di Marco Pastonesi Il più bel libro su Gino Bartali lo hanno scritto due fratelli canadesi, Aili e Andres McConnon. S’intitola “La strada del coraggio”, il sottotitolo recita “Gino Bartali, eroe silenzioso”, e quel “silenzioso” può sorprendere chi conosceva l’inesauribile forza polemica del campione, che a parole dimostrava almeno la stessa resistenza che vantava a pedali. …

Read more...

SANDRINO CARREA di M. Pastonesi

 Nonc’è più religione: muoiono anche gli angeli custodi. Ettore Milano erauno dei due angeli custodi di Fausto Coppi. L’altro è Sandrino Carrea.Ettore, classe 1925, sei anni meno di Fausto, l’angelo custode incamera, a letto (separati), a tavola. Sandrino, classe 1924, cinqueanni meno di Fausto, l’angelo custode in corsa, in salita, sullemontagne.…

Read more...

Pino Cerami di G. Petrantoni

  CERAMI :  LA GLORIA GIUNGE ALL’ORA DEL TRAMONTO Tra i corridori che maggiormente hanno acceso la mia fantasia, oltre naturalmente a quelli che hanno compiuto imprese leggendarie, un posto in prima fila lo occupano i corridori longevi, ciclisticamente parlando.…

Read more...

Tour de France di Marcello Murgia

La prossima settimana mi reco in Corsica per organizzare la mia settimana al Tour de France occasione unica per noi residenti in Sardegna. Mi dispiace molto ma quest’anno dovrò saltare i mercatini in Belgio e Francia causa il mio trasferimento definitivo e la nostra nuova abitazione, riprenderò nel 2014 a Museo aperto per continuare ad arrichire la mia collezione e rincontrare i miei “cari” amici. A presto…

Read more...

Il vero cancro di Armstrong di M. Pastonesi

 Il vero cancro di Armstrong Adelaide, Australia. Sala-stampa del Tour Down Under, pianterreno dell’Hilton Hotel. Giornalisti di ciclismo, tante facce – tante anime, tanta passione e professione – viste in tante strade, condivise. Condiviso anche Lance Armstrong, quando vinceva da invincibile, e quando confessa, imperdibile, adesso, in tv. …

Read more...

Revue Cyclisme nostalgia, ultimo numero in terra Emiliana

Questa è la copertina dell’ultimo numero in terra Emiliana. Le prossime uscite verranno fatte con l’apertura del Museo e compatibilmente con l’autorizzazione richiesta al Tribunale di Cagliari e all’Ordine dei Giornalisti della Sardegna. Il numero verrà spedito solo a chi è in regola con l’abbonamento e gli altri potranno sfogliarlo gratuitamente in questo sito registrandosi. Grazie a chi mi ha sempre sostenuto. Marcello Murgia…

Read more...

La Pavullo di Meo di M. Pastonesi

La Pavullo di Meo Agosto 1955. La stagione è già mezzo andata. Tardi per le corse. Ma al bar si parla di corse, di ciclismo. Vecchia storia, a Pavullo. Al Giro d’Italia del 1928 ha partecipato anche Giuseppe Mazzini, non quello, lo statista, ma Giuseppe Mazzini detto Peppino, muratore di Verica, che è lì, verso il fondovalle Panaro. Peppino non ha squadra, è un isolato,…

Read more...

Mario Maino di Flavio Scalcon

  MARIO MAINO Mario Maino nasce a Novoledo di Villaverla il 8-10-1940, la sua non è certo una famiglia ricca ,ben presto e’costretto per contribuire al fabbisogno famigliare ad inforcare una vecchia bici ,e fare su e giù da Vicenza per lavorare.La domenica poi ,dopo la messa ,con il fratello e un cugino corridori ,via per il Costo verso l’altopiano di Asiago, o verso Recoaro,…

Read more...

Effettua una donazione al Museo


Seguici su Facebook

Log In

create an account